M’illumino d’immenso.  Giuseppe Ungaretti, “Mattina”, 26 gennaio 1917 – Santa Maria la Longa (Udine). Mi sono sempre chiesta: Quale meraviglia del cuore, quale consapevolezza fulminea  e perché,  ha toccato a un certo punto l’animo di Giuseppe Ungaretti, quando, volontario nella prima guerra mondiale, scrisse queste parole? L’ho sempre immaginato, oltrepassando […]

La morte e l’immensità: le NDE (Near Death Experience)


agilità emotiva
Il dono e la forza del coraggio emozionale, di Susan David Ciao a tutti. Sawubona. In Sud Africa, da dove vengo, “sawubona” si usa per dire “ciao” in Zulu. C’è un proposito bello e potente dietro questa parola perché “sawubona” letteralmente significa, Ti vedo, e potendoti vedere, ti porto nell’essere. È così bello, […]

Agilità emotiva



Aborto Volontario – Parlarne è un dovere, a cura della Dott.ssa Alice Baccega Negli ultimi anni l’attenzione della comunità scientifica (soprattutto degli psicologi) riguardo il tema dell’aborto sta portando alla luce aspetti che fino a poco tempo fa erano ancora un tabù. In questo articolo mi soffermerò soprattutto sull’aborto volontario. […]

Aborto Volontario – Parlarne è un dovere


Immagina tuo figlio o tua figlia, quello con cui hai lottato stamattina per fargli infilare le scarpe, quella che non vuole farsi pettinare, quello a cui cola sempre il naso e se lo pulisce con la manica della felpa, quella che i vestiti li vuole scegliere lei, quello che quando […]

Tutta un’altra vita



Ti capisco… Sono una mamma che ha appena scoperto che suo figlio è morto e davanti a me c’è un’ostetrica: una donna dall’aria saggia, di quelle che ne hanno viste tante. «Ti capisco…», mi dice e mentre giustifica la sua affermazione raccontandomi di come lei stessa abbia perso alcuni dei […]

«Ti capisco», una frase che dico MAI


Amore mio, se muoio e tu non muori, amore mio, se muori e io non muoio, non concediamo ulteriore spazio al dolore: non c’è immensità che valga quanto abbiamo vissuto. Polvere nel frumento, sabbia tra le sabbie, il tempo, l’acqua errante, il vento vago, ci ha trasportato come grano navigante. […]

Amore mio, se muoio e tu non muori…